Citroën C4 Cactus: il SUV più innovativo della categoria! pt.1

Definire la nuova Citroën C4 Cactus il SUV più innovativo della sua categoria può sembrare a prima vista alquanto pretenzioso, tuttavia dopo aver dato un’occhiata ai dati tecnici e a tutti i passi in avanti svolti da Peugeot per questo modello, potreste ricredervi!

Si sa, la casa francese si è sempre contraddistinta per il suo spirito fortemente innovativo e sopra le righe, tanto da essere stata una delle prime auto a montare sospensioni idropneumatiche, e questo nuovo modello di C4 ne incarna perfettamente lo stile e il modo di pensare tipico della casa francese.

I tempi sono ormai maturi e la C4 Cactus è pronta al debutto sui mercati internazionali, scopriamo insieme quali sono i dettagli e i segreti che troveremo su questa nuova perla della casa francese:

Motori: il cuore di ogni auto, questa volta è stato preso in seria considerazione dagli addetti ai lavori della nuova Citroën C4 Cactus. La vasta gamma di motori a benzina con tecnologia PureTech (“Questi motori hanno potenze simili o maggiori ai precedenti, ma presentano consumi di carburante ed emissioni di gas serra inferiori di circa il 25%” fonte: blog.citroen.it) si compone di un 1.2 tre cilindri aspirati in versione da 75 o 82 cv che cominceranno a dare coppia intorno ai 2.750 giri.
Nella versione da 75 cavalli, grazie a pneumatici a basso attrito e cambio manuale a 5 marce saranno sufficienti 4,6 litri per percorrere 100 km emettendo 105 g/km di CO2.
Nella versione da 82 cavalli invece, sarà disponibile a richiesta dell’acquirente il sistema di Start&Stop e il cambio robotizzato con tecnologia ETG, che vi porteranno a percorrere 100 km con appena 4,3 litri ed emmettendo soltanto 98 g/km di CO2.
Se invece non sapete proprio resistere al richiamo della potenza sarà disponibile anche il motore da 1.2 litri turbo, sempre con tecnologia Pure Tech da 110 cv. Di serie troverete il sistema di Start&Stop e la coppia inizierà a spingere sin dai bassi regimi, infatti già a 1.500 giri basterà premere sul gas per schizzare via. Il cambio sarà uno sportivo manuale a 5 rapporti e serviranno 4,6 litri per 100 km, 105 g/km di CO2.
Il punto forte del motore a tre cilindri saranno la compattezza e la leggerezza, i difetti intrinsechi quali le vibrazioni sono stati invece oggetto di un’ottimizzazione che ne ha ridotto notevolmente la portata.
Se di benzina non volete più sentirne, potrete sempre ripiegare sull’ottima gamma Diesel di cui la Citroën C4 Cactus dispone: 2 motorizzazioni, 1.6 con tecnologia e-HDi da 92cv che spingerà dai 1.750 giri e che vi richiederà 3,5 l/100 km e il nuovo 1.6 BlueHDi da 100 CV Euro 6 con soli 3,1 l/100 km di gasolio, emettendo 82 g/km di CO2.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *