La classifica delle auto più rubate in Italia

Sembra un dettaglio irrilevante, e invece, conoscere quale sia la classifica delle auto più rubate in Italia, potrebbe essere davvero molto utile qualora ci si ritrovi ad essere possessori di una delle vetture in questione.
Il furto delle macchine, infatti, è una pratica che va avanti da sempre e, per evitare di andare incontro a un problema decisamente molto ostico, vi consigliamo di dare un’occhiata a quali sono le auto più rubate in Italia e di adottare le dovute precauzioni qualora si possegga uno dei modelli elencati.
Continuate a leggere le cose interessanti che abbiamo da dirvi!

Fiat Panda, prima tra le auto più rubate in Italia nel 2012

La classifica delle auto più rubate in Italia (relativamente all’anno 2012) è stata di recente redatta da LoJack Italia, che nel suo Dossier annuale sui Furti d’Auto 2012 ha provveduto a rielaborare tutte le informazioni in suo possesso e a fornire agli utenti le conclusioni che seguono. A quanto pare, infatti, tra le auto più rubate in Italia, spiccano incontrastate le Fiat e, in particolar modo, le Panda (11.004 furti solo nel 2012). Il motivo? I ladri sembrano orientarsi sempre verso modelli molto commercializzati e di semplice ed immediata rivendita sulle tratte internazionali o nel mercato illegale dei pezzi di ricambio.

La top five delle auto più rubate in Italia

Al secondo, terzo e quarto posto della classifica delle auto più rubate in Italia troviamo poi la Fiat Punto (10.116 pezzi rubati), la Fiat Uno (6651) e la Fiat Cinquecento (5837). Il quinto posto, invece, spetta di diritto alla Lancia Ypsilon con 4.567 unità rubate nel 2012! Top five tutta italiana, dunque, per quanto riguarda le auto più rubate in Italia nell’anno 2012. Da notificare, ovviamente, come i ladri si siano rivolti di meno al furto delle Ford Fiesta (-434 pezzi) e come sia entrata in classifica anche la Grande Punto, subentrata al posto della Renault Clio (decima nella classifica delle auto più rubate in Italia nell’anno 2011).

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *