Noleggio lungo termine, multe per chi non effettua le giuste comunicazioni

noleggio-lungo-termineIl Ministero dell’Interno, con la circolare n. 300/A/7839/15/106/16 del 13 novembre 2015, ha introdotto il via libera alle multe per l’autista che usa normalmente un veicolo a noleggio senza averne annotato la disponibilità alla motorizzazione, con eccezione per i veicoli commerciali per il trasporto cose o persone.

Sebbene le nuove regole sulla trasparenza della disponibilità dei veicoli per un periodo superiore a 30 giorni non trovano applicazione diretta per le imprese che effettuano locazione senza conducente, rimangono comunque obbligati all’annotazione gli utilizzatori che però non dovranno più pagare i diritti di motorizzazione e potranno delegare per la burocrazia le società di noleggio.

Già introdotta con la previsione dell’art. 94/4 bis del codice stradale, solamente con l’art. 247-bis del regolamento e con una serie di circolari, la nuova disciplina sulla trasparenza delle filiere dei veicoli è divenuta pienamente operativa.

Leggi anche: Società noleggio auto, ecco le migliori secondo l’Istituto tedesco Qualità e finanza

Per quanto tuttavia attiene il noleggio a lungo termine, le cose si sono fatte un pò più complicate in seguito al ricorso da parte delle società operanti nel comparto, che hanno di fatti proposto ricorso al Tar con l’intento di ribaltare parte della sostanza della normativa. E, in attesa della decisione definitiva, il Ministero dei trasporti ha bloccato tutto.

Quindi, ricordava poi il quotidiano Italia Oggi, il Tar ha sentenziato dichiarando in gran parte cessata la materia del contendere. “Salvo annullare” – ricordava sulle pagine del giornale dello scorso 20 u.s. Stefano Manzelli – “l’obbligo del pagamento dei diritti di motorizzazione e ammettendo la possibilità di delegare, ampiamente, per le pratiche burocratiche le società di noleggio. Ora il Viminale corre ai ripari con le necessarie indicazioni operative per gli organi di polizia stradale. Le multe si possono fare per i contratti di locazione a lungo termine stipulati o rinnovati dopo il 2 novembre. L’infrazione andrà contestata solo all’utilizzatore e non potrà riguardare i veicoli commerciali pesanti. In ogni caso alla multa non seguirà il ritiro della carta di circolazione”.

Vi terremo informati su tutte le novità.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *