Peugeot 108: Test drive! pt.1


(Fonte: www.ahw308.blogspot.it)

Quando si parla del Segmento A di Peugeot, con la nuova 108 viene quasi automatico storcere il naso, pensando alle due sorelle Toyota Aygo e Citroen C1.
Questa volta però in Peugeot si sono davvero impegnati e i punti di contatto estetici con le due sorelle sono davvero ai minimi storici, tanto che viene abbastanza difficile per i non addetti ai lavori arrivare a pensare che condividano lo stesso pianale!

La prima cosa che viene in mente invece osservando da vicino questa nuova Peugeot 108 è che è la più equilibrata tra le tre sorelle. Come da canoni infatti la Peugeot ha mantenuto uno stile più classico, senza andare oltre come l’audace Toyota Aygo con il suo stile Manga, di cui abbiamo già parlato quì. E’ vero, forse potrebbe risultare noiosa e troppo simile alle sue sorelle maggiori di casa Peugeot quali la 308, ma proprio per questa sua serietà è quella che si presta maggiormente alla vendita ad un pubblico vasto e meno targettizzato a differenza per esempio della Toyota Aygo che si presenta come l’auto per i giovani neopatentati.

Gli interni sono migliorati rispetto al precedente modello, tanto che il design, rivisto completamente, si scinde in due parti ben distine: una che comprende l’insieme del volante e del quadro strumenti, e un’altra che è quella rappresentata dalla console centrale che si può avere in due versioni in base all’allestimento scelto, manuale con le classiche manopole per le regolazioni di clima e senza infotainment e digitale.

I materiali sono in linea con il prezzo dell’auto, economici! Non si può certamente dire che la Peugeot 108 sia comporta di materiali particolarmente ricercati, difatti all’interno un pò tutta la strumentazione dalla plancia al freno a mano sarà composta di plastica dura in modo da contenere i prezzi.
Questa scelta di Peugeot sebbene possa far storcere il naso ai puristi del genere si va a collocare perfettamente nell’ottica della casa di contenimento dei costi, che vede volente o nolente una parte importante anche nell’utilizzo di materiali ugualmente sicuri ma inevitabilmente meno pregiati. Forse in Peugeot hanno calcato troppo la mano e si sarebbero potuti perdere un pò meno in alcuni dettagli quali la leva del freno a mano, tuttavia è una scelta di mercato che sembra aver portato i suoi frutti viste le vendite della precedente Peugeot 107!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *