Primo incidente d’auto per la Google car

google-auto1È passato alla storia come il primo incidente di auto per le Google car, i nuovi veicoli a guida autonoma in corso di sperimentazione da parte del colosso americano, titolare del più noto motore di ricerca al mondo e di tanti (tantissimi) altri progetti. L’incidente sarebbe avvenuto nella mattinata di qualche giorno fa, e l’auto coinvolta sarebbe un suv Lexus, che ha impattato con il fianco sinistro di un autobus di linea, che ha effettuato un’improvvisa manovra finalizzata a evitare alcuni sacchi di sabba su una strada di Mountain View, la zona nella quale ha sede il quartier generale di Google.

La notizia è stata confermata ufficialmente da Google in un comunicato. “Crediamo che l’autista del bus abbia pensato che ci saremmo fermati” – si legge in un report consultato da Bloomberg – “ma sfortunatamente tutte queste valutazioni ci hano portato nel medesimo tratto di strada nello stesso momento. Questo tipo di incomprensioni succedono in strada ogni giorno tra guidatori in carne e ossa”. Fortunatamente, nessuna persona è rimasta ferita nell’incidente. Per l’auto, invece, qualche danno sulla fiancata e a un sensore. Considerato che l’impatto è avvenuto mentre l’auto si spostava a 3,2 chilometri orari (il bus a 20 kmh), gli effetti sono stati molto contenuti.

Leggi anche: GoogleCar, intelligente ma… non troppo!

Google ha inoltre prontamente affermato di essere impegnata affinchè i propri software siano continuamente migliorabili per fronteggiare situazioni impreviste come queste. Il software dell’auto si aspettava infatti che l’autobus che proveniva da dietro le avrebbe dato la precedenza. Da diversi anni Google ha inoltre ricordato di essere impegnata a produrre un’auto a guida autonoma da immettere sul mercato, e proprio per tale motivazione compie frequenti test intorno al proprio quartier generale. Non mancano, tuttavia, anche i test a maggiore raggio, in aree di più ampia percorrenza…

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *