Quando vanno in prescrizione le multe auto

prescrizione multeMolti automobilisti non sanno che anche le multe – come le altre sanzioni – hanno una scadenza. E pertanto vivono, negli anni, con l’incubo di essere multati per delle infrazioni commesse diversi anni fa e, magari, proprio nel periodo prescritto. Cerchiamo quindi di comprendere in maniera chiara quando vanno in prescrizione le multe auto e, pertanto, quando non sarà più necessario pagarle.

Innanzitutto, ricordiamo come i termini di prescrizione di una sanzione amministrativa siano regolamentati dall’art. 209 del Codice della Strada, secondo cui la scadenza del diritto a riscuotere le somme dovute a titolo di sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni previste dallo stesso codice è pari a 5 anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione.

In ogni caso, è altresì bene ricordare che sul tema vi è molta confusione, in parte indotta dal fatto che una legge finanziaria di qualche anno fa aveva introdotto una semplificazione per la riscossione dei crediti iscritti a ruolo pari a 2 anni. La norma (art. 1 della legge Finanziaria 2008, comma 153) tuttavia non si riferisce alla riduzione della prescrizione delle multe, ma è semplicemente una revisione del termine entro il quale il soggetto addetto alla riscossione delle multe può notificare la cartella di pagamento.

La norma introduce quindi due anni come termine ultimo, da conteggiarsi dal giorno in cui avviene la trasmissione di ruolo: un termine accorciato, che avrebbe dovuto sveltire i tempi di riscossione dei crediti, ma che regolamenta esclusivamente il rapporto tra i Comuni e i concessionari del servizio di riscossione. Nulla varia invece nei confronti del rapporto nei confronti dei soggetti multati.

Si tenga inoltre in considerazione che la prescrizione è il termine entro il quale l’importo della multa deve essere formalmente richiesto. Pertanto, i termini di prescrizione vengono interrotti nel momento in cui il soggetto che deve pagare la multa riceve una richiesta di pagamento, come una cartella di pagamento, un avviso di intimazione, o ancora un preavviso di fermo amministrativo, un avviso di iscrizione di ipoteca, e così via.

Insomma, come sopra intuibile, è ben difficile “sottrarsi” al pagamento delle multe per prescrizione, visto e considerato che è arduo che possano passare addirittura 5 anni prima della notifica della stessa. Tuttavia, è bene prendere confidenza con i tempi, al fine di esercitare, ove possibile, tale utile “scappatoia”.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *