Società noleggio auto, ecco le “migliori” secondo l’Istituto tedesco Qualità e Finanza

noleggio auto a lungo termine per privatiSecondo quanto indicato dall’Istituto tedesco Qualità e Finanza in un recente sondaggio che ha trovato ampio spazio su CorrierEconomia, l’inserto settimanale economico del Corriere della Sera, l’automobile di proprietà non sarebbe più un obbligo morale e una preferenza imprescindibile per gli italiani, ma rimane comunque il mezzo di trasporto lungamente più utilizzato nel Paese.

Qualcosa però sta cambiando. I giovani, ricordava lo stesso approfondimento, propendono sempre di più per la condivisione dei veicoli a quattro ruote, come dimostrato peraltro dall’evidente successo del car sharing nei centri urbani. E non è nemmeno un caso che a guidare la ripresa delle immatricolazioni delle automobili, siano più le aziende e gli operatori del noleggio, che i privati.

Ma quali sono i brand del noleggio auto più apprezzati in italia?

Secondo l’Istituto tedesco Qualità e Finanza le medaglie d’oro andrebbero attribuite a Hertz, Avis, Europcar e Maggiore, con punteggi che vanno dall’81,6% della capoclassifica al 75% del gruppo italiano passato lo scorso marzo nelle mani della statunitense Avis. Le stesse società appartenenti a questo settore di mercato hanno aumentato nel primo semestre dell’anno del 18 per cento i loro acquisti di veicoli, dimostrando di poter cavalcare e guidare il trend suddetto.

Leggi anche: Immatricolazioni auto nuove europee ancora in forte crescita

Ancora meglio ha comunque fatto il settore del noleggio a lungo termine, con una tendenza di crescita di oltre il 21%. In questo comparto, gli operatori del settore di cui sono più soddisfatti gli italiani sono, sempre secondo il dossier di Qualità e Finanza, Ald Automotive (Gruppo Société Générale), Arval (gruppo Bnp Paribas) e Leasys, la società controllata da Fca Bank.

Nel settore dei distributori di benzina la competitività è ancora più accesa, e secondo il Centro Studi Promotor, sottolineava il CorrierEconomia, nei primi nove mesi dell’anno i consumi di carburanti sono cresciuti dell’1,4% ma con un calo della spesa di 5 miliardi, a causa dell’abbassamento dei prezzi di vendita. In questo ambito, gli italiani si dimostrano molto attenti ad apprezzare e valutare l’accoglienza che ricevono nelle stazioni di servizio: le percentuali di soddisfazione più elevate si trovano in Esso, Ip, Eni e Q8, con quote superiori all’80%.

Infine, sul fronte dei servizi offerti all’automobilista Carglass e Doctorglass ottengono i livelli di soddisfazione più elevati per la riparazione dei parabrezza.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *