Volvo e Microsoft collaborano per nuova generazione di auto

Volvo-XC90-Illustration-474x316-cefa364456ebff79Volvo e Microsoft – rispettivamente, una delle più note case automobilistiche svedesi, e il leader mondiale dell’informatica hanno annunciato una collaborazione duratura per poter sviluppare congiuntamente le tecnologie automobilistiche auto da usare nella prossima generazione.

Stando a quanto intuito dai due partner, la collaborazione inizierà all’interno di un progetto legato al sistema HoloLens, e utile per poter realizzare commercialmente il piano di utilizzo degli occhiali olografici che consentono di immergersi in una nuova esperienza di acquisto, ottenendo informazioni aggiuntive sul veicolo da acquistare.

Il device potrebbe pertanto essere utilizzato per poter offrire ai clienti della casa automobilistica svedese una visione dettagliata, in anteprima, dell’auto in fase di ordine, anticipando dunque il nuovo modo per poter acquistare e vendere le automobili nel prossimo futuro.

In aggiunta a quanto sopra, la partnership rivela che le “di futura collaborazione fra le due società potrebbero includere le tecnologie di guida autonoma e l’utilizzo dei dati generati dalle automobili connesse alla Rete al fine della creazione di nuovi servizi”.

Leggi anche: In Francia niente più vetri anteriori oscurati

Tornando agli HoloLens, che dovrebbero rappresentare il primo progetto fruibile, Bjoern Annwall, vice presidente marketing, vendite e assistenza clienti di Volvo Cars, ha specificato che questi dispositivi offrono “la libertà di creare un’esperienza personalizzata che può essere guidata dai clienti stessi. Si può immaginare di utilizzare la ‘mixed reality’ per scegliere il tipo di auto, per visionarne i colori disponibili, i cerchioni o per capirne meglio le dotazioni, i servizi e le opzioni”.

Lo stesso manager di Volvo ha poi precisato che la stessa tecnologia potrebbe poi consentire ai venditori di intraprendere iniziative inedite per poter contattare i clienti al di fuori delle concessionarie. Un modo, dunque, per poter catalizzare attenzione, e potenziali compratori, praticamente ovunque: sarà infatti sufficiente far “provare” l’auto indossando gli occhiali speciali, e vivere una nuova esperienza informativa.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *