Auto e cambio di residenza, ecco come fare

cosa fare in caso di patente di guida scadutaPer poter aggiornare il cambio di residenza sui documenti del veicolo (come, tradizionalmente, il certificato di proprietà o il foglio complementare), e la carta di circolazione, occorre rivolgersi agli uffici del comune. Il servizio è gratuito, e potrà essere fruito presentando presso gli sportelli i seguenti documenti:

  • documento di identità/riconoscimento
  • gli estremi della patente e delle targhe del veicolo
  • modulo di richiesta in distribuzione presso il comune che va, in parte, conservato insieme ai documenti di circolazione, per gli eventuali controlli stradali fino all’arrivo per posta del tagliando di aggiornamento della carta di circolazione.

La procedura è semplice e in buona parte automatizzata: sarà infatti il Comune a comunicare il cambio di residenza all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC), il quale – a sua volta – spedirà direttamente al nuovo domicilio del richiedente il tagliando adesivo che potrà essere incollato sulla carta di circolazione. Contemporaneamente, vi sarà l’invio automatico della comunicazione del cambio di residenza al Pubblico Registro Automobilistico. In qualsiasi momento sarà possibile monitorare l’evoluzione della pratica telefonando al numero verde 800 23 23 23.

Ricordiamo inoltre che il PRA provvederà d’ufficio ad aggiornare il proprio database. Il certificato di proprietà o il foglio complementare continueranno a riportare il vecchio indirizzo, sebbene questi non pregiudichi in alcun modo la validità dei documenti. Non è dunque necessario procedere allo svolgimento di alcuna pratica al PRA. È comunque possibile rendere visibile la variazione sul proprio certificato di proprietà inoltrando una specifica richiesta di rilascio di un aggiornamento del CdP. In questo caso bisognerà presentare:

  • certificato di proprietà (CdP) o foglio complementare
  • nota di presentazione
  • Utilizzare il retro del CdP, oppure il modello NP3C, in doppio originale, stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC)
  • copia della carta di circolazione già aggiornata dall’UMC oppure dichiarazione sostitutiva di certificazione da cui risulti la variazione della residenza.

Sul fronte dei costi, segnaliamo come l’operazione sia in sé comprensiva di 13,50 euro di costi per emolumenti ACI, e di 32 euro come imposta di bollo per registrazione al PRA (se si utilizza il CdP come nota di presentazione), elevati a 48 euro (se si utilizza il modello NP3C come nota di presentazione).

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *