Come fare la manutenzione dell’auto

Fare una corretta manutenzione dell’auto non è una accortezza fine a se stessa: è essenziale per poter migliorare il livello di sicurezza durante la conduzione del mezzo e evitare che le riparazioni diventino estremamente onerose. Ma come fare?

Leggere il manuale del produttore

In primo luogo, leggi il manuale di assistenza auto. Certo, non è un’attività particolarmente entusiasmante, come magari lo è leggere l’ultimo romanzo più venduto al mondo, ma è un volume pieno di informazioni utili e consigli. Per esempio, ti indicherà quali fluidi rabboccare (e quanto spesso), come controllare la pressione dei pneumatici, cosa fare quando il motore si surriscalda e come sostituire le lampadine delle luci. Ti dirà come eseguire i lavori di manutenzione di base nel modo corretto: non poco, no?

Non saltare la manutenzione programmata

Il manuale del produttore ti dirà anche quando sono previsti i servizi di manutenzione programmata. Di solito si tratta di un controllo approfondito del veicolo e di un’attenzione immediata a tutto ciò che necessita di sostituzione: candele, cinghie, ecc., a intervalli predeterminati.

L’assistenza programmata tramite il tuo concessionario ha due grandi vantaggi. Il primo è che saprai di stare ricevendo pezzi di ricambio originali e competenza, e il secondo è che avrai un monitoraggio scritto della storia dell’auto, che diventa importante per gli acquirenti quando vuole vendere l’auto in futuro.

Cosa devi tenere sotto controllo nella tua auto

Anche se le auto moderne sono un po’ più complesse di quanto non fossero in passato, l’elenco delle cose semplici che puoi fare periodicamente per mantenere la tua auto in funzione sono in gran parte le stesse di mezzo secolo fa.

Sicurezza auto

  • Cinture di sicurezza: controllare la tensione e il funzionamento della fibbia delle cinture di sicurezza;
  • Luci esterne: sostituire le lampadine se necessario;
  • Freno a mano: assicurarsi di poter tenere il veicolo in pendenza.
  • Parabrezza e specchietti: controllare la presenza di crepe su parabrezza e specchietti retrovisori;
  • Tergicristalli: controllare l’usura delle spazzole dei tergicristalli, se necessario sostituirle;
  • Clacson: assicurarsi che funzioni;
  • Fluidi: controllare il livello dell’olio motore e del liquido di raffreddamento del motore;
  • Pneumatici: assicurarsi che i pneumatici siano alla pressione corretta, controllare l’usura del battistrada;
  • Pneumatico di ricambio: assicurarsi che sia presente.

Fluidi

  • Olio motore;
  • Refrigerante radiatore;
  • Liquido dei freni;
  • Fluido per servosterzo;
  • Liquido lavacristallo del parabrezza;
  • Fluido frizione (auto manuali);
  • Olio cambio.

Pneumatici

  • Pressione dei pneumatici;
  • Profondità del battistrada;
  • Pneumatico di ricambio;
  • Cric e attrezzi per il cambio.

Luci

  • Fari;
  • Indicatori/luci di pericolo;
  • Luci di arresto;
  • Luci di retromarcia;
  • Fendinebbia e abbaglianti.

Altre cose da controllare

  • Tubi flessibili del radiatore – controllo di perdite e fessurazioni;
  • Filtro aria motore – verificare che sia pulito;
  • Batteria – cercare eventuale corrosione intorno ai terminali;
  • Cinghie del ventilatore – assicurarsi che non vi siano allentamenti o cigolii all’avviamento;
  • Rumori insoliti del motore –difficoltà all’avvio, ticchettio, sibilo.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi