Ford V2V: di cosa si tratta?

Ford V2V

Auto sempre più innovative: ecco Ford V2V

Come avrete potuto notare se avete seguito questo blog (e letto i nostri numerosi articoli), le auto di recente e prossima produzione sono caratterizzate da tecnologie e sistemi di interazione sempre più precisi e raffinati, capaci di agevolare ed arricchire enormemente l’esperienza di guida dell’automobilista.

Ma oltre che a favorire il “divertimento” e la soddisfazione del conducente (ed è in questo frangente che introduciamo il Ford V2V), i sistemi di recente sperimentazione permettono di incrementare fortemente la sicurezza di coloro che si trovano a bordo della vettura e dei terzi che con essi potrebbero collidere.

Ford V2V

Per una sicurezza quanto più garantita possibile: il Ford V2V

Come già accennato, rientra in quest’ultima categoria di prodotti anche il Ford V2V, il sistema di interazione studiato per la sicurezza del conducente (ma non solo) che, grazie ad esso, può essere preventivamente avvisato di un imminente ed eventuale rischio.

Persone a piedi, veicoli in avvicinamento, pericoli e molto altro ancora possono essere captati dal nuovo ed ingegnoso Ford V2V che fa precisamente affidamento sull’ 802.11p.

Di cosa si tratta? Continuate a leggere e faremo chiarezza.

Ford V2V

L’802.11p e il Ford V2V: un notevole passo avanti

La caratteristica peculiare dell’802.11p sfruttato dal Ford V2V risiede nella capacità del sistema di mettere in comunicazione veicoli piuttosto vicini tra loro e far sì che vengano acquisite informazioni importanti per la sicurezza dell’automobilista e di coloro che possono interferire col suo tragitto.

Come potrete facilmente intuire, dunque, quello pensato da Ford è un sistema di sicurezza davvero notevole. Non è escluso, perciò, che esso possa arrivare quanto prima a solcare le nostre strade. Nel frattempo, augurandoci da parte del summenzionato Ford V2V un sostanzioso contributo a quella che è la sicurezza dell’automobilista, dei suoi passeggeri e delle persone che egli quotidianamente incontra, restiamo in attesa di ulteriori informazioni.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *